Satellite Frequency List, 2° edizione

Prezzo: 20,90 Euro
Descrizione: Libro
Codice prodotto: 754-057
Acquistalo subito


 
 
Questo articolo è alla sua seconda edizione!

Descrizione in breve

In questa nuova seconda edizione il libro, precedentemente pubblicato con il titolo OmniaSat, giunge a riportare 2600 frequenze di segnali satellitari entro lo spettro radio che copre le bande dalle HF alle EHF. Dato il carattere internazionale dell'opera sono elencate le emissioni di ogni satellite indipendentemente dall'orbita, includendo posizioni geostazionarie per tutti i continenti. Vengono considerate le trasmissioni per la direzione spazio-terra diverse dai consueti canali radio e televisivi. Sono pertanto riportati i beacon, le telemetrie, i transponder lineari e su canali discreti, il downlink di dati meteo e strumentali, i canali di ranging, i payload militari su banda-X, eccetera. Aspetto importante concerne la presenza di quelli che vengono definiti dead-sat ovvero satelliti di vecchia generazione e/o decommissionati che sporadicamente registrano l'attivazione dei trasmettitori radio ad esempio per eseguire test oppure perché l'inclinazione consente una adeguata illuminazione dei pannelli solari che forniscono l'alimentazione ai sistemi elettronici di bordo. Completa l'opera una lista organica delle abbreviazioni ed una classificazione dei codici impiegati per descrivere le modulazioni dei segnali.

Il libro, di 172 pagine, è scritto in lingua inglese essendo destinato a lettori nazionali quanto internazionali. Naturalmente trattandosi di una lista di frequenze e relativi termini tecnici i contenuti risultano perfettamente fruibili anche da coloro che hanno dimestichezza con la sola lingua di Dante.

5 buone ragioni per acquistare il libro:

Forme d'onda esotiche
Molte trasmissioni satellitari non veicolano comunicazioni audio bensì traffico dati, ciò avviene con schemi di modulazione estremamente diversi gli uni dagli altri. Tali forme d'onda sono ora facilmente analizzabili ricorrendo alle funzioni software presenti nei ricevitori SDR, ivi comprese le economiche dongle USB RTL2832. Un campionario unico di segnali a vostra disposizione.

Segnali rari
Nell'orbita terrestre sono presenti una grande quantità di satelliti non utilizzati od inattivi. Ma questo termine non è automaticamente un sinonimo di satellite spento. Se la caccia ai segnali sporadici ed inconsueti stuzzica il vostro interesse troverete nelle pagine del volume le frequenze dei dead-sat che i reporter ci hanno indicato come origine di rare emissioni.

Spettro radio
Satelliti e piattaforme spaziali sono tra i sistemi che più utilizzano le diverse bande di frequenza. Nell'opera si copre il vasto intervallo che dai 14 MHz giunge sino a 35000 MHz. Dalle HF alle onde millimetriche un serbatoio sconfinato per ogni vostra preferenza che vede protagoniste tecnologie di ogni tipo.

Cargo e Stazioni spaziali
Le comunicazioni radio spaziali non sono una prerogativa dei soli satelliti, la Stazione Spaziale Internazionale ISS ed i cargo che trasportano equipaggio e materiali da e per la Terra costituiscono un interessante ambito cui rivolgere la propria attenzione.

Riferimenti per future ricerche
Sovente nuovi progetti, vettori, piattaforme di osservazione, satelliti, adottano per le loro comunicazioni dei canali che sono prossimi alle frequenze utilizzate dalle precedenti generazioni di sistemi spaziali. Comprendere dove trasmettono ora le varie tipologie di oggetti orbitali apre una finestra per meglio individuare e riconoscere i futuri segnali che andranno ad occupare lo spettro radio.

Acquistalo subito

Articoli correlati

Scanner no-limits. L’enciclopedia delle radiocomunicazioni dai 26 MHz fino 3600 MHz.

Le frequenze VHF/UHF delle stazioni radio aeronautiche, meteo, aeroporti, radionavigazione.